3 novembre 2019: per non dimenticare Laika

Tempo di lettura stimato: < 1 minuto

Esattamente 62 anni fa una cagnolina di 3 anni e sei chilogrammi di peso chiamata Laika (scelta dagli scienziati del programma spaziale sovietico tra tanti altri Cani perché di carattere mansueto e di piccola taglia), veniva lanciata nello spazio a bordo della navicella spaziale Sputnik e moriva da sola dentro un minuscolo abitacolo.
Anche quest’anno, come sempre, Veganzetta vuole ricordarla in quanto vittima di una terribile ingiustizia.
Quel 3 novembre Laika non avrebbe mai voluto lasciare la Terra: seppur fatta di stenti la sua esistenza doveva svolgersi e concludersi su questo pianeta, dove era nata. L’elenco delle vittime animali della corsa allo spazio è vergognosamente lungo, la data del lancio di Laika nello spazio potrebbe divenire l’occasione per ricordarle tutte.
In questo triste anniversario si propongono un articolo di Massimo Filippi su settimanale Sette del Corriere della Sera e alcune fotografie.

Ciao Laika.

15
Link breve di questa pagina: http://www.veganzetta.org/ZSn5p

2 Commenti

  1. Avatar PaoloRP ha scritto:

    Laika, non sarà mai dimenticata e questo articolo per ricordarla è assolutamente doveroso. Grazie a chi ha scritto e grazie al ricordo di lei.

    6 Novembre, 2019
    Rispondi
  2. Avatar Paola Re ha scritto:

    Laika sempre con noi.
    Molto interessante l’articolo di Massimo Filippi.
    Segnalo anche un capitolo del suo libro, scritto insieme a Filippo Trasatti “Crimini in tempo di pace”, riservato a Laika.

    7 Novembre, 2019
    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Servizio di notifica dei commenti: Seleziona di seguito se vuoi ricevere un avviso via email per ogni nuovo commento al testo, o per eventuali risposte a un tuo commento. In questo modo potrai agevolmente seguire la discussione senza dover tornare a far visita al sito web. Una volta effettuata l'iscrizione, potrai gestirla (modificandola o cancellandola) visitando la pagina ISCRIZIONE AI COMMENTI e seguendo le istruzioni