Anno: 2019




Tempo di lettura stimato:
1 minuto

Un brano di Anna Maria Ortese sulla tragedia delle stragi di agnelli per la Pasqua suggerito da Paola Re.

E’ tempo di Pasqua. Tutti e due, donna in calzoni e piccino di tre anni, molto delicato, sono in negozio di macellaio. La giovane al banco (molto lucido e festoso) ritira un pacco avvolto in carta azzurrina, e paga, ed è in attesa del resto. Il bambino cammina muto e appresso sotto una serie di corpi squarciati. Chissà che pensa. Eccolo di fronte a un agnello morto, il capino sanguinante.

Animalismo Veganismo




Tempo di lettura stimato:
9 minuti

Leonora Pigliucci racconta per Veganzetta la sua esperienza personale vissuta nella foresta occupata di Hambach in Germania, durante le fasi di ripresa del documentario che lei e Claudio Marziali hanno girato, e che è stato presentato il 19 aprile a Roma: Hambachers.
Di seguito il racconto, una galleria fotografica, il trailer e la sinossi del documentario ed alcuni link utili. Buona lettura.

Il racconto

Con Claudio ci conosciamo ad uno di quegli incontri per videomaker in cerca di idee e sinergie, di quelli che finiscono in genere in tante chiacchiere, ci si scambia la mail, il contatto social e finisce là. Stavolta invece capita che frequentiamo gli stessi posti ed è così ci rincontriamo e al secondo giro, fuori contesto, complice l’alcool sempre d’ispirazione in questi casi, pensiamo per davvero a qualche idea bella e pazza da provare a realizzare. Tra una IPA ed un gin tonic ragioniamo di servizi cotti e mangiati da vendere a testate web, sfruttando le sue abilità tecniche e la mia esperienza giornalistica quando alcuni amici attivisti fanno il nome Hambach. La foresta occupata, la comunità anarchica, antispecista ed antisessista di cui avevamo tutti una visione romantica, in contrasto con l’immobilismo dell’attivismo italiano che dopo Green Hill, specialmente sull’azione diretta, giace inspiegabilmente con le ali tarpate.

Animalismo Antispecismo Notizie dal mondo Notizie sull'attivismo Storie Video




Tempo di lettura stimato:
3 minuti

Ci sono storie che sono più difficili da raccontare di altre.
Sono le storie che, pur avendo un finale positivo come in questo caso, tuttavia ci tolgono un po’ di speranza in un reale cambiamento.
Questa è una storia (tanto per cambiare) di oppressori e oppressi.
Ma purtroppo anche di oppressi che diventano oppressori.
Questa è la storia della chiusura dello zoo di Rafah.

Animalismo Notizie dal mondo Notizie sull'attivismo



Animalismo Antispecismo Appuntamenti Notizie sull'attivismo